E’ stata firmata oggi la delibera per il quadro programmatorio dell’attivazione di 1.000 posti di RSA pubbliche di cui 40 a Viterbo, 550 nell’area metropolitana romana, 180 a Latina, 80 a Rieti e 150 a Frosinone. Lo ha dichiarato poco fa l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Di questi mille posti 220 saranno a carattere estensivo, 70 a carattere intensivo, 130 per disturbi cognitivi comportamentali gravi, 50 in regime semi-residenziale e 530 di mantenimento.

Si tratta dell’intervento pubblico più importante messo in atto per quanto riguarda le Residenze sanitarie assistite (RSA) che, assieme al potenziamento dell’assistenza domiciliare, è uno dei cardini della nuova Rete di prossimità. Gli immobili individuati sono tutti di proprietà pubblica o ex IPAB e questo permetterà anche una valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico.