“Il fallimento della Giunta Zingaretti sulla questione rifiuti è stato certificato dal Tar del Lazio, che ha sconfessato, in modo inequivocabile, tutte le scelte del Governatore e del suo assessore, Valeriani. Eppure, come se nulla fosse avvenuto e come se non fosse la Regione la principale responsabile della drammatica situazione della raccolta rifiuti a Roma, Zingaretti continua a minacciare commissariamenti, senza indicare una strada che porti a una soluzione definitiva per i rifiuti della Capitale, mentre la sindaca di Roma osserva e, come sempre, non muove un dito, confermando la sua totale inadeguatezza per il ruolo che dovrebbe rivestire. Così, i cittadini continuano a  pagare costi esorbitanti per il traporto dell’immondizia romana in giro per l’Europa, mentre le altre Province del Lazio sono costrette a sopportare trasferimenti di rifiuti romani, diventati ormai insostenibili. Zingaretti e Valeriani lascino da parte slogan e battute e, per una volta, si mettano a lavorare: convochino tutte le parti interessate e non si alzino dal tavolo, finché non si sarà raggiunto un accordo, che chiuda definitivamente la questione dei rifiuti di Roma. Una soluzione va trovata. E subito”.

E’ quanto dichiara Giulio Marini, consigliere del Comune di Viterbo e delegato all’Ambiente della Provincia di Viterbo.