“Accolgo con soddisfazione l’approvazione, da parte del Consiglio comunale di Viterbo, della mozione presentata dal gruppo consiliare Fratelli d’Italia “Liberi dalla droga – Promozione di azioni e interventi per il contrasto al consumo e all’abuso di sostanze stupefacenti, soprattutto tra giovani e adolescenti”.

Apprezzo – afferma Martino Rebonato, Presidente CeIS San Crispino di Viterbo, – l’unanimità espressa da tutte le forze politiche: si tratta di un segnale incoraggiante per un problema che coinvolge centinaia di famiglie e attiene alla responsabilità educativa e sociale dell’intera comunità locale.

Di droga oggi non si parla più, o se ne parla solo in occasione di interventi repressivi delle Forze dell’Ordine. Ma le dipendenze patologiche sono ancora molto presenti nel nostro territorio e sono il sintomo di un forte disagio che investe soprattutto le nuove generazioni.

Ora auspico che si dia seguito a questo impegno, programmando in modo partecipato iniziative concrete, finalizzate alla prevenzione e al contrasto giovanile.

Il CeIS San Crispino di Viterbo, guidato per tanti anni da don Alberto Canuzzi, è un presidio sociale attivo su questo fronte con servizi e operatori qualificati. Con il sostegno della Chiesa locale, continuerà ad offrire il suo contributo di esperienza e dedizione, a fianco delle istituzioni, della ASL, delle scuole, delle associazioni, delle parrocchie e di tutte le altre realtà del nostro territorio”.