L’Associazione medici per l’ambiente- Isde di Viterbo ha ricevuto nei giorni scorsi una nota della Direzione generale Ambiente, Qualità della vita, Qualità dell’acqua della Commissione Europea in relazione alla situazione del lago di Vico e alla qualità e salubrità delle acque captate dal lago ed erogare negli acquedotti di Caprarola e Ronciglione.

Nella nota ENV.C.1./HC/AT (2020) 4192057 del giorno 11 settembre 2020 tra l’altro si legge: “…La Commissione è a conoscenza delle questioni da Lei sollevate e della potenziale violazione del diritto dell’UE in relazione alla qualità dell’acqua potabile. E’ stata avviata una procedura d’infrazione per garantire la conformità al diritto dell’UE (procedura 2014/2125) e al momento è in corso una valutazione della risposta delle autorità italiane al parere motivato inviato loro il 25 gennaio 2019…”.