MONTALTO DI CASTRO – «Dei 23 Comuni costieri del Lazio essere tra i soli tre che hanno ottenuto 4 vele da Legambiente e Touring Club Italiano è un grande risultato che ci premia e ci spinge a migliorare sempre più». Lo afferma il sindaco Sergio Caci a seguito della presentazione della Guida Blu 2015 intitolata “Il mare più bello”, presentata venerdì 6 giugno all’Expo di Milano. «Il nostro obbiettivo – continua il sindaco – è quello di migliorare l’offerta turistica di Montalto e Pescia e ci stiamo riuscendo con le tante iniziative svolte in questi anni dall’assessorato al turismo e quelle in programma per questa estate, oltre ai tanti lavori alle strutture pubbliche e al rifacimento delle strade, per non parlare della realizzazione del nuovo lungomare Harmine, che avrà inizio a settembre non appena terminerà la stagione estiva».

 

«La guida di Legambiente – spiega l’assessore al turismo Eleonora Sacconi – viene stilata non solo sulla qualità del mare. Gli attivisti ambientali prendendo in considerazione più di 100 parametri: dalla depurazione della acque al servizio sociale e sanitario; dall’uso del suolo al degrado del paesaggio, alla biodiversità, attività turistiche; dallo stato delle aree costiere all’accessibilità alle destinazioni e mobilità locale; dal consumo e produzione di energia ai consumi idrici e sistemi di trattamento delle acque reflue. E ancora: produzione e gestione dei rifiuti, iniziative per il miglioramento della sostenibilità, sicurezza alimentare e produzioni tipiche di qualità, opportunità e qualità della vacanza, struttura sanitarie e sociali.

 

I punteggi ottenuti da questi parametri appena elencati si ottiene su una scala da 1 a 100, alla quale viene fatta corrispondere l’assegnazione da 1 a 5 vele. Dopo aver ottenuto per il secondo anno di fila la bandiera verde dei pediatri italiani – conclude Eleonora Sacconi – il riconoscimento delle 4 vele è sintomo che la sinergia tra le attività dell’amministrazione comunale e le attività commerciali, oltre alla collaborazione con le forze dell’ordine e le associazioni di volontariato, sta portando i suoi frutti, e che è stata imboccata la strada giusta affinché il nostro paese possa riappropriarsi di quell’immagine di comune turistico che era stata persa negli ultimi anni».

Commenta con il tuo account Facebook