‘Camminata in Rosa’ all’ombra di Civita, un evento voluto da Comune di Bagnoregio e Asl di Viterbo. Appuntamento in programma per sabato 19 ottobre, per la seconda edizione di un’iniziativa che lo scorso anno ha riscosso un notevole successo.

Il percorso stabilito va da Porta Albana al Belvedere, con partenza alle ore 17.30. Incontro all’insegna della sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione per la lotta al tumore al seno.

In tutta la regione Lazio è previsto un fitto programma di iniziative e percorsi di prevenzione interamente dedicati alle donne all’interno dell’Ottobre Rosa. I progressi nella ricerca hanno determinato negli anni una crescita continua delle percentuali di sopravvivenza, evidenziando in particolare l’importanza di una diagnosi precoce. Per questo motivo la sensibilizzazione rappresenta un aspetto fondamentale e gioca un ruolo decisivo nel processo di cura.

“Siamo convinti dell’importanza di questo tipo di iniziative e abbiamo fortemente voluto una seconda edizione, dopo il successo della precedente – così il sindaco di Bagnoregio Luca Profili -. Ringrazio la Asl di Viterbo, nella persona del direttore generale Daniela Donetti, per la collaborazione e per il lavoro portato avanti, in sinergia con l’amministrazione comunale, sul nostro territorio con la Casa della Salute. Invito tutti i bagnoresi a non mancare e ci tengo a rimarcare l’importanza della prevenzione per sconfiggere malattie che in passato facevano tanta paura ma oggi possono essere affrontate e vinte”.

“La Asl di Viterbo – commenta il direttore generale Daniela Donetti – con grande entusiasmo anche quest’anno parteciperà alla Camminata in Rosa di Bagnoregio: iniziativa organizzata all’interno della tradizionale campagna Ottobre rosa, promossa dalla Regione Lazio per diffondere un messaggio di prevenzione del tumore al seno. Il grande fermento di appuntamenti che, nell’arco di questo mese, si svolgeranno in molti comuni della Tuscia è incoraggiante e testimonia la forte attualità di una patologia così impattante, che coinvolge in primo luogo le donne, ma, di conseguenza, tutto il loro nucleo famigliare. Queste iniziative sono anche una occasione importante per la Asl di Viterbo per informare la popolazione circa i servizi e i progetti che, in questi anni, abbiamo potenziato o messo in campo. A partire dal programma di screening senologico, dal percorso multiprofessionale e multidisciplinare della Breast Unit, dai programmi di bellezza organizzati presso l’Oncologia di Belcolle e dall’intero Dipartimento della salute della donna e del bambino, istituito nell’atto aziendale e presentato pubblicamente nel primo weekend di ottobre a Viterbo”.

“Un momento d’incontro e condivisione, questo della Camminata in Rosa, che mette al centro il fondamentale tema della prevenzione. Importante per il tumore al seno ma in maniera più estesa per la salute. L’alimentazione, l’attività fisica e l’alleggerimento dei livelli di stress sono comportamenti per mantenersi in salute”, così l’assessore alla Sanità Massimo Zeroli.

Commenta con il tuo account Facebook