VITERBO – Il messaggio è partito forte e chiaro dall’Istituto Comprensivo Ellera. In occasione della Giornata Nazionale contro il Bullismo, nei plessi dell’Istituto, sono state organizzate attività di sensibilizzazione che hanno coinvolto tutti gli alunni, dai più piccoli della Scuola dell’Infanzia, ai preadolescenti della Secondaria di Primo Grado.

La scuola, nel suo ruolo prioritario di agenzia educativa, è chiamata ad adottare tutte le strategie necessarie contro ogni forma di prepotenza, attraverso attività mirate alla tutela dei minori, al rispetto dell’altro e al dialogo. Non si può, minimizzare, ignorare o rimuovere il problema. La più efficace strategia contro il bullismo è data dalla condivisione e dal dialogo famiglia-scuola.

Questa mattina, alle ore 10.30, nella Scuola Primaria Ellera, lo squillo della campanella, ha allertato tutte le classi per allarme bullismo. Cinquecento bambini, accompagnati dalle docenti, dai rappresentanti dei genitori e dal personale ATA, si sono riuniti nella palestra dando vita ad un flash mob.

I bambini hanno realizzato semplici coreografie sulle note di due brani musicali. Una marea composta di grembiulini blu che ha commosso tutti i presenti, rendendo la giornata davvero emozionante.

Il flash mob ha rappresentato una delle tante iniziative condotte in questi giorni nell’Istituto; ogni classe ha realizzato cartelloni, slogan, testi e filastrocche sull’argomento.

I ragazzi più grandi hanno partecipato a laboratori ed incontri con le forze dell’ordine sul tema della legalità.

Un ringraziamento particolare va alla Dirigente Scolastica Anna Maria Cori per il suo fattivo sostegno, al membro del Direttivo Provinciale UNICEF Mauro Sarnari e a Gianpiero Lattanzi, per la preziosa collaborazione”.

I docenti dell’I.C. Ellera

Commenta con il tuo account Facebook