Una mattinata con gli studenti dell’IIS Orioli di Viterbo ha concluso un anno di iniziative del progetto Edusport realizzato dalla Associazione Sportiva Dilettantistica Juppiter Sport con la collaborazione della Cooperativa Gli Aquiloni e il sostegno economico della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio per lo sport. Così il 13 febbraio i ragazzi diversamente abili coinvolti, hanno incontrato insieme allo staff di educatori e istruttori di Juppiter Sport, i giovani studenti, indossando la divisa della squadra di basket, uno degli sport inseriti nelle attività annuali proposte.

Il progetto, che aveva come obiettivi primari l’integrazione e l’inclusione sociale di persone diversamente abili attraverso lo sport, ha visto protagonisti adolescenti della provincia di Viterbo e i ragazzi diversamente abili della cooperativa Gli Aquiloni, che hanno avuto il duplice ruolo di “educatori” alla pari e di fruitori delle iniziative. La presenza dei ragazzi disabili è stata infatti volano di messaggi importanti, come il rispetto per le diversità e per l’altro, l’accettazione e l’inclusione sociale, fondamentali per combattere solitudini e disagi. Il tutto parlato con il linguaggio dello sport.

Le attività sportive infatti sono state il filo rosso che ha collegato le varie fasi del progetto, raccolte in un video che è stato proiettato giovedì durante l’evento finale, con grande partecipazione degli studenti.

Non poteva mancare la distribuzione dei coloratissimi braccialetti Play different, slogan creato proprio dagli adolescenti coinvolti nel progetto e un decalogo particolare: le 10 regole dello sport pulito, ideato da don Antonio Mazzi proprio per il progetto.

“Parlare di inclusione spesso fa pensare ad una realtà completa che accoglie chi é magari più sfortunato, ma ciascuno di noi é una realtà incompleta… quindi accogliere l’altro, il diverso da noi, ci consente di unire le nostre diversità per raggiungere quella completezza a cui ogni essere umano aspira. Un caro ringraziamento a Salvatore e a tutta l’associazione per questo coinvolgimento!” Così il dirigente scolastico dell’Orioli, Simonetta Pachella, ha voluto commentare di persona l’iniziativa, salutando Salvatore Regoli, Presidente, che nel viterbese svolge un ruolo importante all’interno delle scuole per la prevenzione del disagio tra gli adolescenti e che ha condotto tutta l’iniziativa.