SORIANO NEL CIMINO – Per la Sagra delle Castagne di Soriano nel Cimino, che festeggia quest’anno la sua cinquantesima edizione, è il momento del via agli eventi di carattere storico-rievocativo che coinvolgono le quattro contrade – Papacqua, Rocca, San Giorgio e Trinità – nel paese addobbato a festa.

Novità di quest’anno la benedizione degli arcieri e dei cavalieri che prenderanno parte al Palio delle Contrade: la cerimonia si terrà venerdì 29 settembre alle ore 21.30 in Piazza Vittorio Emanuele II, seguita dall’esibizione del Gruppo Storico Sbandieratori e Musici della Nobile Contrada Trinità (ingresso tribune 2 euro).

Nella mattina di sabato 30 settembre, oltre al mercatino di artigianato, antiquariato, collezionismo e vintage “Le Bancarelle di Soriano” in Viale Vittorio Emanuele II e in Piazzale Belvedere (dalle ore 8, anche domenica), alle 10.30 in sala consiliare (Piazza Umberto I) c’è l’importante convegno internazionale su castagne, nocciole e tartufi e i loro prodotti post-confezionati nel mondo, un confronto tra produttori e aziende di Italia, Australia e Stati Uniti, a cura di Comune di Soriano nel Cimino, Università della Tuscia, Australian Cultural Centre ed Ente Sagra delle Castagne. Nel pomeriggio riprendono le manifestazioni rievocative, con l’esibizione di falconeria a cura del rione San Giorgio (ore 16.30, Piazza Vittorio Emanuele II, ingresso gratuito). Alle 18 la Chiesa di Sant’Antonio in Via Santa Maria ospita il convegno “Niccolò III: nepotista o statista?” a cura dell’associazione Soriano Terzo Millennio. La serata in Piazza Vittorio Emanuele II è dedicata a “Etere”, spettacolo di arti circensi e danze aeree della compagnia VisionAria, a cura dell’Ente Sagra (ingresso tribune 5 euro).

Domenica 1 ottobre è la giornata del Palio delle Contrade, che inizia alle ore 10 in Piazza Vittorio Emanuele (ingresso gratuito) con l’esibizione dei Giovani Musici del rione Papacqua, degli sbandieratori della contrada Trinità, degli spadaccini del rione Rocca e dei focolieri e giocolieri del rione San Giorgio. Alle 12 sarà letto il bando di sfida per le vie del paese, in attesa dell’assembramento in piazza delle ore 14 per la partenza in direzione località Giannotti, dove è allestito il “Campo de li giochi”.

Alle ore 15 viene disputato il Palio delle Contrade (ingresso 4 euro), che come da tradizione si articola nella giostra degli anelli e nel torneo degli arcieri. Questo l’albo d’oro: Papacqua 16 vittorie, Trinità 14, San Giorgio 8 e Rocca 7. Al termine, intorno alle 18, sarà proclamato il vincitore in Piazza Vittorio Emanuele, che riceverà l’ambito Palio disegnato quest’anno da quattro artisti sorianesi (i Palii delle passate edizioni sono esposti in mostra alle Scuderie Chigi-Albani). A conclusione della giornata, alle 21.30 in piazza ecco “Giorgio e il drago”, spettacolo teatrale dal vivo a cura della Contrada San Giorgio, per la regia di Maurizio Annesi e con la partecipazione degli Attori, dei Musici, dei Focolieri, del gruppo di danza Medievale e dei Musicanti del Gatto Lupesco (ingresso 1 euro).

Inoltre dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20 presso il Castello Orsini è aperto il “Museo delle Torture – Ars Doloris” a cura del Gruppo Storico Spadaccini. Il castello è altresì visitabile con mostre, area ludica, caldarroste e visite guidate su prenotazione a cura della cooperativa Il Camaleonte (349.877.4548 – coop.ilcamaleonte@libero.it)

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email