?

VITERBO – Nel rispetto della tradizione viterbese (“Si riprende dopo Santa Rosa…”) , in questi giorni anche l’ASD Sorrisi che Nuotano Eta Beta, in stretto coordinamento con l’Unità Operativa Complessa di Tutela Mentale e Riabilitazione dell’Età Evolutiva e con l’Unità Semplice Dipartimentale del Disabile Adulto della ASL di Viterbo, sta programmando la ripresa delle attività sportive e ricreative, con il supporto della Cooperativa Sociale Integrata “Gli Anni in Tasca”.

Quest’anno il programma si presenta particolarmente intenso e ricco di novità e, come consuetudine, la prima settimana di ottobre coincide con l’avvio della maggior parte di iniziative.

Si comincia il 2 ottobre con il Nuoto presso la Piscina Comunale, grazie alla collaborazione con la Società Larus, da molti anni ormai partner fisso, ed il coordinamento tecnico dello Staff Istruttori, diretto da Maurizio Palmucci e Simona Cimichella.

Quest’anno poi si parte con una grande novità: nell’ambito del programma “Garanzia Giovani”, l’atleta speciale Marta TROILI, che da anni segue il programma della Società e dello Special Olympics Italia, inizierà un tirocinio, regolarmente retribuito, come assistente agli Istruttori Federali. Un grosso sforzo organizzativo ed economico per la Società, ma un’importantissima esperienza di inclusione sociale e lavorativa che si spera poter ripetere anche per altri ragazzi, e che potrebbe creare reali possibilità lavorative per i ragazzi in difficoltà della provincia.

Il 3 ottobre prenderà avvio l’Atletica Leggera, grazie alla collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Viterbo, ed il progetto “Nuotiamo Insieme” presso la piscina di Montalto di Castro, sulla base di una collaborazione con la Fondazione Solidarietà e Cultura.

Il 10 ottobre una nuova grande importante esperienza: grazie ad un progetto presentato nell’ambito del Bando Europeo “Fuoriclasse”, elaborato in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “Carmine” di Viterbo e l’UOC TSMREE della ASL di Viterbo, risultato vincitore e finanziato dalla Regione, gli alunni di due classi della Scuola Media “B. Tecchi”, insieme alle ragazze in difficoltà inserite nelle stesse, per tutto l’anno parteciperanno ad una esperienza di nuoto integrato presso la Piscina Comunale. Si tratta di un progetto di inclusione scolastica fortemente innovativo e raramente realizzato, per i notevoli costi in termini economici e di risorse umane impiegate.

Il 13 ottobre prenderà avvio il progetto “Sorrisi che Zumbano”, grazie alla collaborazione con la Palestra “Swing Brasil” di Anna Maria Agosti. Ultimo progetto a partire, a gennaio, il Calcio a 5, coordinato dalla UOSDDA della ASL di Viterbo, e svolto in collaborazione con il Liceo Ginnasio Statale “M. Buratti” di Viterbo, nell’ambito dei progetti di alternanza scuola lavoro.

E poi il progetto Sci a gennaio presso il Comprensorio sciistico di Ovindoli, grazie alla collaborazione con la Scuola di Sci “Tre Nevi”, i Giochi Regionali e Nazionali e, ultima ma non ultima, la vacanza estiva: dopo Cesenatico, Peschiera del Garda, Sardegna e Puglia, quest’anno verrà riproposta l’esperienza che tanto piace ai ragazzi, ma soprattutto alle famiglie che hanno riscoperto il piacere di una vacanza serena e rilassante.

“Senza dimenticare” – conclude il Presidente Maurizio Casciani – “le collaborazioni con l’Università Sapienza e Roma tre per i tirocini formativi, i progetti di alternanza scuola lavoro con l’ITE “Paolo Savi”, il Liceo Pedagodico “Santa Rosa” ed il Liceo Ginnasio Statale “M. Buratti”, le collaborazioni con la Croce Rossa Italiana, Sezione di Viterbo, e con lo Special Olympics Italia, i cui programmi sportivi vengono seguiti ormai da molti anni. Insomma un grande, faticoso impegno che sta però dando importanti risposte agli oltre 70 ragazzi seguiti, anche della provincia”.

Tutta l’attività della Società, ed eventuali informazioni, possono essere reperite attraverso la pagina FB “Sorrisi che Nuotano Eta Beta di Viterbo ONLUS”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email