VITERBO – Trasferta tanto importante quanto insidiosa quella che attende la Stella Azzurra nella serata di sabato 17 sul parquet di Fondi. Dopo la sconfitta prevedibile contro la corazzata Montegranaro, affrontata comunque con tanta grinta ed un’ottima reazione da parte di Rossetti e compagni, che con un centrale di gara all’arrembaggio hanno creato non pochi problemi agli avversari, un trittico di partite certamente difficili attende i biancostellati (dopo Fondi, in casa con Giulianova e trasferta a Cagliari), ma con avversarie contro le quali la ILCO deve cercare di recuperare punti importanti per la propria classifica. Dall’infermeria sono finalmente arrivate buone notizie, con il recupero certo sia di Fabio Marcante che di Umberto Meschini e con quello possibile di Sebastiano Manetti (tutti assenti nell’ultima gara interna), sul cui impiego Cipriani e lo staff medico decideranno dopo l’ultimo allenamento. Alla squadra questa settimana è stato concesso un giorno in più di riposo per permetterle di recuperare dal doppio impegno ravvicinato con Cassino e Poderosa. Il gruppo è tornato ad allenarsi al PalaMalè a ranghi completi per preparare questa prossima insidiosa prima trasferta del girone di ritorno.

 

Fondi è squadra che segue la Stella Azzurra in classifica, ma che è comunque team molto ostico soprattutto tra le mura amiche e che può contare su un buon roster e soprattutto sulla grande esperienza e qualità di giocatori come Romano e Lilliu. Una gara non facile per gli uomini di Cipriani che comunque sono reduci da ultime convincenti prestazioni e che tenteranno di conquistare quella posta che li rilancerebbe fortemente nella corsa a posizioni più elevate in classifica. Il coach ha provato varie soluzioni per preparare al meglio la partita e dovrà solo sciogliere il dubbio dell’utilizzo o meno di Manetti, altrimenti sostituito da Fogante. Per il resto a referto Chiatti, Rossetti, Rovere, Meschini, Rogani, Marcante, Brunelli, Meroi e Cecchetti. Inizio gara alle 18.30 sotto la direzione dei signori Nicola Tammaro di Giffoni Valle Piana e Paolo Carotenuto di Scafati.

Commenta con il tuo account Facebook