Vacanze finite per le ragazze della Belli 1967 che, in questo lunedì mattina 26 agosto, torneranno a correre e sudare agli ordini dello staff tecnico gialloblù. Tantissime le novità rispetto a dodici mesi fa, cominciando dal campionato che si troverà ad affrontare il quintetto viterbese, neopromosso in serie A2 ed inserito nel girone sud, e il nome dello sponsor Belli 1967 sulle maglie, una partnership preziosa che però non sarà certo l’unica in questa stagione. Come assistente allenatore ci sarà Francesca De Fraia, già a Viterbo qualche anno fa in veste di giocatrice, mentre è sul fronte del roster che sono arrivati i maggiori cambiamenti.

La straniera comunitaria consentita dai regolamenti federali sarà la lettone Ieva Veinberga, elemento di grande affidabilità e solidità, insieme a lei sono arrivate giovani di sicura prospettiva ma già con esperienza di serie A2 come Giulia Grimaldi e Gaia Cirotti, entrambe ex Athena Roma, e c’è stato il ritorno a casa dopo due esperienze sempre in serie A2 per Katrin Stoichkova, già protagonista di campionati giovanili e senior con la canotta gialloblù. Sotto canestro la siciliana Giulia Patanè, nel giro delle nazionali giovanili azzurre, reduce anche dalla finale per lo scudetto under 20 con la maglia di Battipaglia, mentre gli ultimi due arrivi in ordine di tempo sono stati quelli di Anna Schembari e Annalisa Scordino, guardia/ala la prima e play/guardia la seconda, chiamate a guadagnarsi minuti e responsabilità con la prima squadra oltre che ad essere protagoniste con il gruppo under 18. Con loro ci sono le confermate Lorenza Spirito, Rossana Boccalato, Federica Pasquali, Agnese Bevolo, Martina Gasbarri, Veronica Martin, Giulia Quaresima e Camilla Ricci.

Alle 10,30 al PalaMalè ci sarà il raduno, con l’unica assenza annunciata di Giulia Patanè che si aggregherà al resto del gruppo mercoledì 28. Previsti i test fisici che permetteranno di raccogliere dati preziosi da cui partire per elaborare programmi individuali di lavoro. Si dovrà valutare la condizione iniziale delle ragazze per stabilire i giusti carichi atletici, con l’obiettivo di dosare gli sforzi e non incorrere in fastidiosi problemi fisici che rallenterebbero la marcia di avvicinamento al campionato. In ogni caso sono previste due sedute giornaliere per l’intera prima settimana, alternando allenamenti al PalaMalè con lavoro al percorso atletico della Faggeta e presso il lago di Bolsena.

Il primo test amichevole, dopo quasi due settimane piene di lavoro, è in programma sabato 7 settembre alle 19 al PalaMalè contro Campobasso, una delle formazioni più accreditate del girone sud della serie A2.