Servirà un Monterosi Fc intelligente, coraggioso e determinato per uscire col massimo profitto dalla delicatissima trasferta di Ponsacco. I due pareggi consecutivi con Foligno e Tuttocuoio impongono alla truppa di D’Antoni il ritorno ai tre punti per cercare di presentarsi quantomeno a pari punti nello scontro diretto con l’Albalonga in programma fra otto giorni al Martoni.
Ma prima c’è da superare a pieni voti l’esame Ponsacco. I toscani sono una squadra talmente giovane che tra le proprie mura ha raccolto ben 11 dei suoi quattordici punti totali. Un motivo ben chiaro per mettere in guardia il Monterosi: “Quella di Ponsacco è un’altra tra le trasferte più insidiose del campionato – afferma il direttore sportivo Emiliano Donninelli – come avevo sottolineato già col Montevarchi queste squadra fanno del fattore casalingo il proprio punto di forza. San Donato Tavernelle ed Albalonga ne sanno qualcosa. Dovremmo soffrire molto per poter sperare di uscire con l’intera posta in palio”.
Campo pesante l’orizzonte e molte assenze nel reparto avanzato sono altri fattori di rischio: “Entriamo nel periodo invernale – prosegue il diesse Donninelli – e questo tipo di campi saranno una costante, dovremo farci abitudine. Purtroppo sono assenze pesanti quelle che avremo e che costringeranno il tecnico a cambiare probabilmente qualcosa. Ma in estate abbiamo costruito una rosa per avere più soluzioni di uomini e di gioco”.
All’indisponibilità di Roberti si aggiunge anche quella di Persichini. L’attaccante classe ’99 ha dato forfait nella rifinitura e non partirà alla volta di Ponsacco insieme al resto dei compagni. Probabile un cambio di modulo con Simoncelli ed Angelilli avanzati e pronti a far da supporto a Sciamanna, unica punta rimasta in organico insieme al baby Guidarelli. Arbitrerà l’incontro il signor Giuseppe Romaniello di Napoli.