La Viterbese non è riuscita nell’impresa di stoppare la capolista del girone C della serie C che a dire il vero non ha per nulla dimostrato di essere questa perfetta compagine di giocatori, anzi spesso ha dato a vedere di essere superficiale e poco incisiva.

La Ternana, infatti, riesce a passare allo stadio “Rocchi” di misura per un errore o distrazione dei padroni di casa. Ai portacolori della Città dei Papi bisogna riconoscerlo: sono stati sfortunati e non hanno per nulla demeritato nei confronti di questa prima della classe.

Inizia ad essere pesante il comportamento dei direttori di gara nei confronti di Tounkara, sembra quasi un passa parola arbitrale per mettere in difficoltà il giocatore, che è irruento e qualche volta si difende troppo, ma ogni volta che si muove i suoi avversari recitano a soggetto una sceneggiata, tanto sanno che gli arbitri richiameranno solo il giocatore della viterbese.

Primo tempo dell’incontro su un terreno difficile a causa della pioggia è stato equilibrato. La Ternana ha provato ad imbastire azioni offensive ma non si è resa mai pericolosa dalle parti di Daga che in un paio di azioni è intervenuto in sincronismo perfetto.

La Viterbese invece più volte è stata abile nell’effettuare veloci ripartenze, in grado di creare opportunità. Una con Murilo che Iannarilli ha neutralizzato.

Purtroppo un pasticciaccio difensivo dei viterbesi a sei minuti dal termine dei primi 45 minuti di gioco permettono a Furlan, dal limite dell’area di rigore, di trovare il gol del vantaggio.

Nella ripresa la prima buona occasione è per l’undici di Taurino ma la potente conclusione di Murilo dai 30 metri termina alta. Alla mezz’ora, sugli sviluppi di un corner, è Markic a colpire ma il suo tentativo viene deviato dalla difesa ternana fuori dallo specchio della porta.

La Viterbese ha provato con intensità nel finale ma, fatta eccezione per alcuni calci da fermo neutralizzati dalla retroguardia ospite, i gialloblù non sono riusciti a mettere in crisi gli avversari.

Una nota di colore, dalla panchina ospite qualcuno ha imperversato con versi astrusi per tutta la durata dell’incontro con l’intento di infastidire, ripreso dal quarto uomo non ha smesso e il direttore di gara D’Ascanio non ha ritenuto di intervenire.

Il prossimo impegno della Viterbese è in programma mercoledì 27 gennaio alle ore 16, giorno in cui i gialloblù saranno a Catanzaro contro l’undici di Calabro.

 

Viterbese – Ternana 0-1
Marcatori: 39’pt Furlan

U.S. VITERBESE: Daga, Mbende, Bensaja (K)(42’st Sibilia), Markic(VK), Baschirotto, Tounkara (26’st Rossi), Murilo, Salandria (36’st De Falco)Urso, Besea, Bezziccheri (1’st Simonelli).
A disposizione: Maraolo, Borsellini, Bianchi, Ricci, De Santis, Menghi E.,  Zanon, Menghi M.
Allenatore: Roberto  Taurino

TERNANA: Iannarilli, Suagher (1’st Boben), Damian (13’st Proietti), Kontek, Furlan, Vantaggiato (VK)(38’st Raicevic), Falletti, Peralta (24’st Paghera), Defendi, (K),Salzano, Palumbo (24’st Russo).Cristiano
A disposizione: Vitali, Mammarella, Ferrante, Torromino, Partipilo,  Laverone, Frascatore.
Allenatore: Lucarelli

Arbitro:  Marco D’Ascanio di Ancona
Assistente 1: Fabio Mattia Festa di Avellino
Assistente 2:  Emanuele Bocca di Caserta
Quarto ufficiale:  Giuseppe Collu di Cagliari

Note: ammoniti: Defendi, Suagher, Lucarelli, Paghera (Tr), Baschirotto, Tounkara, Bensaja, Murilo (Vt).  Recupero: 1’pt, 4’st.