“Non pagheremo i debiti fuori bilancio fatti da altri”, così il sindaco di Sutri, Vittorio Sgarbi, commenta la situazione contingente che riguarda le economie del Comune di Sutri.
“Indico la mia volontà di non pagare “consulenze” di un geologo, realizzate dalla precedente amministrazione, 50.000 euro, ma di offrirgli 10.000 per chiudere; e di non pagare la “parcella” del progetto modesto di un ingegnere per la scuola materna, non realizzata, 60 o 40 mila euro, nel mondo dei sogni, e liquidarla con 15 mila euro.
Non dobbiamo intestarci debiti della precedente amministrazione, di cui in Consiglio resta l’ultimo irresponsabile, cui i debiti vanno girati. Con le nostre economie dobbiamo rendere, e stiamo rendendo man, mano, grande Sutri.
La maggioranza è salda, non si preoccupassero, anche per una minoranza saggia e avveduta.
Le fibrillazioni che eccitano alcune signore sono soltanto questioni famigliari”
Commenta con il tuo account Facebook