Ieri carabinieri della stazione di Tarquinia hanno dato esecuzione ad un provvedimento di perquisizione domiciliare, nei confronti di due fratelli di Tarquinia di 19 e 24 anni, scaturito da puntuali indagini svolte dagli stessi carabinieri e riferite alla procura della repubblica di Civitavecchia, dove si sono dimostrati validi indizi do colpevolezza circa una eventuale azione di spaccio di marijuana da parte dei due fratelli.

La Procura, concordando, ha emesso il provvedimento che è stato eseguito, ed ha avvalorato i sospetti dei carabinieri; infatti durante la perquisizione sono stati trovati 6 tronchi di piante di marijuana appesi in un armadio, 2 grammi di marijuana avvolti in cellophane e 26 grammi in una scatola di scarpe, nonché materiale per il taglio. Tutto è stato sequestrato e i due fratelli denunciati.

Contestualmente, nell’ambito dello stesso servizio di polizia di sicurezza, veniva arrestato un pregiudicato italiano di Tarquinia di 35 anni, che nonostante sottoposto all’obbligo di dimora per reati di droga e altro veniva sorpreso dai carabinieri mentre violava le prescrizioni. Arrestato è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email