Si sono chiuse nei giorni scorsi le iscrizioni per i film di nazionalità italiana che intendono concorrere alla selezione del candidato italiano all’Oscar per il miglior film di lungometraggio in lingua straniera.


Bisognerà attendere il prossimo 25 settembre – giorno in cui si riunirà la Commissione ad hoc istituita dall’Anica su richiesta dell’Academy Award – per conoscere il candidato italiano designato, ma intanto Tarquinia scopre con piacere come nella lista delle ventuno papabili pellicole ce ne siano due girate, in parte, in location della città etrusca.

A renderlo noto, oggi, è Tarquinia Film Office Aps, realtà locale che si occupa dei rapporti con le produzioni cinematografiche per promuovere la città a stimolare le troupe stesse a sceglierla come set, che spiega come i due film interessati siano “Lazzaro Felice”, di Alice Rohrwacher, e “Manuel”, di Dario Albertini.

Entrambi già proiettati al Cinema Etrusco di Tarquinia – con due serate dedicate alla presenza dei registi e di parte del cast – hanno in vario modo interessato Tarquinia a livello di produzione.

Alice Rohrwacher – già premiata per la sua pellicola a Cannes per la migliore sceneggiatura – ha infatti girato delle scene presso l’oleificio Olitar, ed utilizzato come comparse in numerosi ciak i giovani tarquiniesi Angelica e Samuele Clementucci. “Manuel”, opera prima del giovane regista romano, è stato in parte girato lungo i viali e le strade di Tarquinia Lido.

“È la conferma di come Tarquinia sia luogo d’attrazione per location manager e produzioni, – spiegano da Tarquinia Film Office Aps – ma anche un talismano portafortuna! Sono ben cinque, in dodici mesi, le troupe giunte in città: solo l’avvio di un percorso che, ne siamo certi, potrà rendere Tarquinia una scelta apprezzata e appagante per numerose, future troupe”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email