Tarquinia

Un ex carcerato di Tarquinia che ha preso di mira il presidente Codacons, Carlo Rienzi, riceve oggi una nuova querela, dopo l’ennesimo articolo diffamatorio ai danni del leader dell’associazione dei consumatori. Il tarquinse è tornato oggi ad attaccare Rienzi, “reo” di aver incontrato una delegazione del Movimento Civico di Tarquinia allo scopo di affrontare le criticità che assillano i cittadini.

Ancora una volta scende in campo per difendere l’operato del sindaco di Tarquinia, e non avendo elementi né per criticare l’associazione dei consumatori, ancor meno per esaltare l’attività dell’amministrazione, si lascia andare ad una serie di insulti e offese per screditare il presidente del Codacons. Comportamento che varrà al giornalista una nuova querela per diffamazione da parte dell’associazione e del suo presidente, che proseguono nonostante l’illegale attività dell’ex carcerato tarquinese a tutelare i cittadini di Tarquinia, chiedendo il commissariamento dell’amministrazione comunale per mancanza di trasparenza in merito alle richieste degli abitanti.

Il Codacons inoltre presenterà una richiesta volta a revocare l’incarico alla TALETE e realizzare un accertamento su tutti i depuratori dell’area, per arrivare a rendere balneabile la costa tarquiniese che il comune ha abbandonato ai liquami.

Intanto l’Avv. Carlo Rienzi ha avuto un proficuo incontro con il Questore di Viterbo avente ad oggetto le attività delinquenziali della provincia e la presenza di estorsori che attentano alla libertà di stampa – conclude l’associazione.