RACCOLTI 23 SACCHI D’IMMONDIZIA, TRE PNEUMATICI AUTO, UNA BOA, UNA MASCHERA DA SUB, DIECI SCARPE, RESTI DI FUOCHI D’ARTIFICIO

Si è tenuta stamattina, domenica 27 gennaio 2019, sulla spiaggia in località San Giorgio, a Tarquinia (VT), la seconda giornata di pulizia dell’arenile tarquiniese. L’iniziativa si è svolta nell’ambito della manifestazione nazionale “Il Mare d’Inverno”, organizzata dall’associazione ambientalista Fare Verde e giunta alla XXVIII edizione.

Hanno preso parte alla pulizia, oltre ai volontari di Tarquinia, anche quelli iscritti al gruppo Fare Verde di Vasanello. Tra i volontari anche la mascotte Nicolò, appena due anni e mezzo.

I volontari e i cittadini, nonostante il forte vento, in poco più di due ore hanno raccolto sulla spiaggia 23 sacchi grandi d’immondizia, 600 bottiglie di plastica, 60 contenitori in vetro, venti lattine, tre pneumatici per autovettura, una boa, una maschera da sub, dieci scarpe, molto polistirolo, bastoncini cotton fioc, resti di fuochi d’artificio e due sedie a sdraio.

“Siamo molto contenti di aver trascorso questa mattinata in riva al mare – dichiara Roberta Pieri, commissario del gruppo Fare Verde di Vasanello – la spiaggia è di tutti, fa parte dell’ambiente in cui viviamo e quindi è giusto tenerla pulita sempre, non solo in prossimità dei mesi estivi.”

“Permane il grave problema dell’erosione marina – dichiara il presidente regionale Silvano Olmi – che colpisce la nostra costa e minaccia l’oasi naturalistica delle Saline. Inoltre, è a rischio la pineta di San Giorgio. Occorre un intervento urgente per proteggere questo polmone verde in riva la mare.”