Si è tornati a parlare di tipicità agroalimentari al master Dibaf-Unitus per “Narratori di comunità”. Anna Carbone, docente dell’ateneo viterbese, venerdì pomeriggio ha introdotto gli apprendisti narratori di comunità ad un approccio di tipo economico nell’analisi delle produzioni agroalimentari certificate (DOP, IGP). Un lungo ed approfondito excursus fatto di dati statistici, di riferimenti alla normativa nazionale e comunitaria, e di decostruzione delle strategie politiche e commerciali che orientano pratiche produttive e di valorizzazione di interi settori dell’agroalimentare.

La lezione è poi proseguita en plein air a Canepina, dove la carovana dal master è stata accolta al suo arrivo da Felice Arletti, che ha guidato una passeggiata per i vicoli del borgo. Protagonisti i racconti, tra blasoni popolari, aneddoti affioranti da fonti storiche e ricordi personali. Infine l’approdo all’agri-ristoro “Il calice” e la stella” (ristorante aderente al “Sentiero degli osti”) e l’incontro con una cucina capace di interpretare in chiave contemporanea prodotti e preparazioni di carattere tradizionale legate alle risorse locali. Tra una portata e l’altra, tutte introdotte e ampiamente chiosate dall’oste/ospite, molto apprezzati gli interventi di teatro-gastronomia affidati all’attore Pietro Benedetti.