VITERBO – “Lieto di aver trascorso questa mattinata con la Croce Rossa, mi ha arricchito apprendere le molteplici attività che svolge e, di aver avuto la possibilità di conoscere il Diritto Internazionale Umanitario”. Uno dei primi commenti a caldo degli studenti che hanno partecipato al 6° Raid Cross Provinciale. L’evento ha avuto luogo a Viterbo sabato 7 febbraio 2015 presso il Liceo Scientifico Statale “Ruffini”, coinvolgendo più di 50 studenti delle classi terze e quarte.

 

I ragazzi del Liceo hanno partecipato all’attività interattiva mediante il gioco di ruolo denominato “Raid Cross”. Si enfatizza l’apprendimento di gruppo e la pedagogia d’azione nel trasmettere la conoscenza di norme giuridiche e trattati che proteggono coloro che non prendono, o non prendono più parte alle ostilità e pongono dei limiti all’impiego dei mezzi e metodi di combattimento nelle situazioni di conflitto armato internazionale ed interno ai singoli Stati. Si è inoltre diffusa la conoscenza del Movimento Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e dei Principi Fondamentali su cui si basa. L’attività giunta alla sesta edizione nel Viterbese, è stata organizzata dal delegato provinciale Obiettivo 4 della C.R.I. Comitato Provinciale di Viterbo S.lla Cristina Tenti, coadiuvata da Volontari formati ed esperti nell’attività e da giovani della Croce Rossa appartenenti a diversi Comitati Locali C.R.I. della Provincia, quali Orte, Nepi, Soriano nel Cimino, Civita Castellana, Canino, Civitella D’Agliano e la stessa Viterbo. Uno Staff consolidatosi nel tempo, dal 2009 è impegnato a diffondere il Diritto Internazionale Umanitario e il Movimento internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa ai giovani studenti attraverso il Raid Cross.

 

Entusiasmo ed interesse è emerso anche tra il corpo docente del Liceo per la giornata ed hanno ringraziato la Croce Rossa Italiana, in particolare il Comitato Provinciale di Viterbo con un arrivederci a presto! La giornata di oggi ha instaurato a livello territoriale il protocollo d’intesa siglato tra C.R.I. e il Ministero dell’Università e della Ricerca (MIUR), nel quale si impegnano a prevedere e realizzare percorsi ed iniziative comuni per favorire la formazione della persona e l’appartenenza alla comunità locale, nazionale ed europea. Tale sinergia improntata sull’importanza di promuovere nelle scuole percorsi di formazione per promuovere la cultura del volontariato, della solidarietà e dell’attenzione agli altri, permette alla CRI di mettere a disposizione del mondo scolastico l’ampia offerta formativa di tutte le attività che svolge.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email