A volte basta un’occasione diversa dal solito per cambiare un orizzonte: in fondo a che servono gli incroci se non a proporci nuove alternative? Questo l’obiettivo che si è posto l’IIS Cardarelli di Tarquinia nel proporre agli studenti del quarto anno del liceo classico un PCTO (Percorso per le Competenze e l’Orientamento, ex alternanza scuola-lavoro) all’Accademia di Belle Arti Lorenzo da Viterbo.


Accompagnati dai professori Lucio Roberti e Francesco Rotatori, gli studenti dell’istituto tarquiniese hanno potuto immergersi per ben due giornate  nell’atmosfera di lavoro di un’Accademia di Belle Arti italiana.


L’esperienza, coordinata dalla professoressa Barbara Brocchi e dai suoi gentili colleghi, ha visto dapprima i ragazzi alle prese con il disegno: carta, matite e pennarelli alla mano, si sono tutti osservati a vicenda e immortalati in veloci ma attenti ritratti. Anche i più restii e i meno amanti della pratica artistica si sono alla fine buttati nell’impresa, complice il clima di convivialità che si è instaurato. Nel corso del secondo giorno, gli studenti hanno invece potuto conoscere i vari aspetti del design, dall’importanza alle sue implicazioni, e perfino applicarsi in una prima, anzi primissima, lezione al computer con Photoshop.
Per ricordare ai ragazzi, e a tutti noi, che i nostri orizzonti culturali ed emotivi vanno costantemente allargati e dare loro, chissà, un altro punto di vista sul futuro.

Articolo precedenteCybersecurity, grande successo per il secondo Cyber Act Forum alle Terme Salus
Articolo successivoVolley A3. Maury’s Com Cavi Tuscania esordio in casa con Sabaudia