VITERBO – Una simulazione sismica, in seguito ad una lezione sui comportamenti da tenere in caso di terremoto, per i ragazzi dell’Istituto Comprensivo S. Canevari di Viterbo e dell’Istituto Comprensivo San Martino al Cimino, rispettivamente martedì 9 e giovedì 11 marzo.

L’allarme suonerà intorno alle 11.15 , momento in cui l’esercitazione avrà inizio, e i ragazzi dopo aver atteso sotto al banco la fine della scossa, usciranno secondo le disposizioni date durante le normali esercitazioni anti-sismiche, tranne coloro che simuleranno feriti e dispersi, i quali rimarranno all’interno della struttura, messa in sicurezza dalla Protezione Civile, prima dell’intervento delle unità cinofile per ritrovare i dispersi successivamente assistiti dai sanitari.

L’esercitazione in questione fa parte di un progetto chiamato “Alunni a 4 zampe”, portato avanti e ampliato dall’unità cinofila da soccorso, messo in opera per la prima volta qualche anno fa proprio all’istituto Canevari in collaborazione con l’allora delegato al benessere agli animali del comune di Viterbo Francesco Simoncini e chiamato “ Educhiamo prima i bambini e poi gli animali”, che mira alla divulgazione della cultura della cinofilia da soccorso. Parteciperanno alla manifestazione, patrocinata dal gruppo cinofilo viterbese (ENCI), numerose associazioni quali: l’Unità Cinofila da soccorso di Viterbo, Prociv Viterbo, la Croce Rossa Italiana Comitato di Viterbo, la Misericordia di Viterbo e il laboratorio di diagnostica e scienza dei materiali “Michele Cordaro” dell’Università della Tuscia.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email