VITERBO – Proseguono gli appuntamenti dell’Associazione Solidarietà Cittadina da sempre in prima linea nell’opera di informare e sensibilizzare i cittadini rispetto a tematiche sociali e politiche. Dopo l’incontro “La buona scuola per chi?” in cui è stata esaminata la proposta di legge 2994 che riguarda la riforma della scuola italiana, il programma dell’associazione prevede un nuovo appuntamento dal titolo “Gli altri siamo noi”.

 

L’incontro verterà sull’analisi degli stereotipi e dei pregiudizi che portano verso ogni tipo di discriminazione.

 

Quello della discriminazione è un tema complesso e più che mai attuale, al centro di dibattiti politici e sociali, battaglie legislative nazionali e internazionali, ma anche individuali e quotidiane. La discriminazione, che viene sostenuta in base all’etnia, alla religione, all’orientamento sessuale, al genere di appartenenza, alla corporatura fisica, alla condizione socio-economica, alla disabilità e può in generale coinvolgere ogni categoria o gruppo di persone che rappresenti una minoranza, assume forme diverse, che possono andare dall’esclusione, alla violenza psicologica e fisica. È un fenomeno che ci guarda e riguarda da vicino, ci interroga e fa riflettere. Ma quali sono i processi cognitivi, sociali e culturali alla base di ogni fenomeno discriminatorio? Come agiscono? Quali possono essere le buone prassi per il suo contrasto?

 

Per provare a rispondere insieme a questi e altri interrogativi, l’Associazione Solidarietà Cittadina invita tutti/e a partecipare all’iniziativa che si terrà il 24 aprile dalle ore 18 alle ore 20 presso la sede dell’Associazione in via Garbini 80/b a Viterbo. L’evento sarà condotto dalla Dott.ssa Grazia Bandiera, Psicologa e Psicoterapeuta.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email