UNITUS

Si è svolto, in modalità virtuale, l’Open Day del Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie per la Sicurezza e la Qualità Agroalimentare (BioSiQuAl), unico nel Lazio, organizzato dall’Università degli Studi della Tuscia.

L’evento è stato coordinato da Francesco Sestili, responsabile dell’orientamento del Corso di Laurea. Dopo l’intervento di saluto di Stefano Ubertini, Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia, e del professor Nicola Lacetera, direttore del DAFNE, il  professor Umberto Bernabucci, presidente del corso di laurea, ha esposto i contenuti specifici e l’articolazione del corso.

La dottoressa Maria Sole Bonarota, laureata in BioSiQuAl nel dicembre 2019 ha riportato la sua esperienza accademica e quella lavorativa (iniziata a Gennaio 2020) presso la University of Nevada, Reno, USA, evidenziando come le basi formative acquisite le stanno consentendo di far fronte a tutte le necessità della sua nuova esperienza di studio e lavoro. Sono seguite altre testimonianze di giovani laureati.

Il corso del Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali (DAFNE) è finalizzato a preparare laureati con approfondite conoscenze degli aspetti scientifici inerenti le biotecnologie e la biologia molecolare applicate al miglioramento della sostenibilità, resilienza e qualità nutrizionale e nutraceutica dei prodotti agroalimentari.

Tali aspetti sono i cardini fondamentali del corso di laurea e hanno un’enorme importanza strategica per il nostro Paese e non solo. I concetti di ecosostenibilità e qualità delle produzioni agroalimentari, la certificazione di filiera e il miglioramento delle produzioni primarie in relazione ai cambiamenti climatici e al benessere animale sono, e saranno anche in futuro, gli obiettivi che guideranno le politiche di sviluppo a livello globale.

I laureati in BioSiQuAl acquisiscono tutte le competenze specifiche necessarie per confrontarsi con questi temi e affrontare le nuove sfide nel settore agroalimentare. Gli sbocchi lavorativi sono numerosi e diversificati e comprendono l’ambito della libera professione come Agronomo e Forestale e Biologo, l’attività presso Enti di Ricerca sia pubblici che privati, la copertura di ruoli tecnico-dirigenziali in società private ed industrie del settore biotech, in associazioni regionali e nazionali per lo sviluppo dell’agricoltura e dell’ambiente, in agenzie nazionali ed internazionali di controllo della sicurezza e qualità alimentare e in reparti di investigazione scientifica e certificazione di filiera dei prodotti primari.

Il laureato in BioSiQuAl ha inoltre la possibilità di perfezionare la formazione post-laurea attraverso l’iscrizione a corsi di Dottorato di ricerca e/o di Master Universitari di secondo livello. Secondo gli ultimi dati ufficiali di ALMALAUREA, il tasso di occupazione dei laureati in BioSiQuAl ad 1 e 3 anni dalla laurea è pari al 100%. Nell’ultima parte dell’Open Day gli studenti collegati hanno avuto la possibilità di fare domande e interagire con i numerosi docenti presenti all’evento. Per informazioni: http://www.unitus.it/it/dipartimento/dafne/biotecnologie-per-la-sicurezza-e-la-qualita-agroalimentare//articolo/presentazione35