Ancora una volta l’ASSOCIAZIONE IL VOLO Asd Aps di San Lorenzo Nuovo è stata protagonista di un programma di attività nel sociale nel nord della Tuscia.

Si tratta nello specifico di attività di inclusione per bambini disabili in un contesto di normalità, gioco e sport all’aperto. Il progetto “NOI R…ESISTIAMO!”, ha previsto la coesistenza in piccoli gruppi di bambini neurotipici e disabili con differenti competenze residue, adolescenti neurotipici e con difficoltà relazionali.

Durante l’iniziativa, svoltasi dall’estate ai primi giorni di novembre, sono stati creati piccoli gruppi con rapporti educativi stretti e molto funzionali. L’unione di queste diverse tipologie ha garantito la diversità, ma non la disuguaglianza, esperienza particolarmente ricca e apprezzata. Le attività sono state svolte su 5 giorni la settimana, con moduli settimanali. I destinatari finali sono stati 21 bambini di età compresa tra 6 e 11 anni, 15 neurotipici e 6 disabili, organizzati in 3 gruppi da 7.

“Questo è un momento di grande difficoltà sociale ed economica in cui tutti gli attori del Terzo Settore faticano a dare risposte, soprattutto quando si tratta di svolgere attività per fasce deboli e con disagio sociale.” – ha dichiarato la Presidente dell’Associazione Il Volo, Roberta Bartoccini –  “Da quasi 3 anni ci impegniamo fermamente per dare risposte a famiglie in difficoltà e lo facciamo grazie alla volontà dei genitori stessi, con il supporto dei Comuni, delle donazioni dei privati e con piccoli contributi dal Piano di zona. L’intervento della Regione Lazio è sempre di grande supporto con bandi e finanziamenti messi in campo per le fasce deboli. Un grazie particolare, ribadisce la Presidente, alla Direzione Centrale Acquisti e all’Assessore della Regione, Alessandra Troncarelli per la sua continua sensibilità”

In questo momento complesso in cui la pandemia ha sconvolto gli equilibri di bambini e adulti, riducendo le capacità economiche con conseguenze devastanti, ha reso ancora più dolorose le fragilità. L’associazione Il Volo, che a brevissimo partirà anche con un progetto di Casa Famiglia, si schiera al fianco della diversità creando momenti di condivisione e gioia.

Decisamente un’esperienza da ripetere. Immensa la gratitudine dei genitori. Grazie ancora alla Regione Lazio.