Una rappresentanza dell’Associazione Nazionale Sottufficiali Italiani, nonostante la pioggia, nella giornata di questo quattro novembre, in occasione delle celebrazioni in onore dei tanti caduti nella Grande Guerra, per la liberazione del suolo Italiano dal dominio austriaco, ha compiuto un gesto di grande sensibilità che sicuramente fa onore atutta l’Associazione.

Un gesto che è alla sua prima edizione; dopo cento anni, oggi, per la prima volta, dopo la cerimonia ufficiale tenutasi, presso il Monumento di Prato Giardino, nella mattinata di questo quattro novembre duemiladiciotto, alla presenza dal Sindaco Paolini, accompagnato dalla sua vice Ombretta Celeste e da alcuni Assessori dell’Amministrazione comunale, presso il Monumento ai Caduti di Prato Giardino, una rappresentanza dell’ANSI si è recata a rendere gli onori ai Caduti presso il mausoleo centrale del civico cimitero ove riposano le ossa di alcuni reduci della Grande Guerra.

Una presenza che ha colpito i visitatori presenti, in quel momento, nel cimitero, i quali da una parte hanno espresso la loro meraviglia e dall’altra, dopo aver saputo le motivazioni, hanno elogiato i militari presenti, condividendo, a pieno, questo loro gentile pensiero.

Per la sollennità dei defunti, i membri dell’ANSI, avevano deposto sul mausoleo una corona d’alloro; oggi, con la nostra presenza, ha detto uno di loro, rendiamo gli omaggi ai Caduti con la nostra presenza umana. Il delegare ad una semplice corona d’alloro, il ricordo di chi diede la vita per la Patria, lo abbiamo ritenuto molto restrittivo, per questo abbiamo voluto essere presenti in persona.

Siamo altresì consapevoli che da quel lontano millenovecentodiciotto, mai è stato fatto questo gesto. Oggi, con la nostra presenza, vogliamo avviare questa nuova inizziativa, che porteremo avanti nei prossimi anni, fiduciosi, che nel tempo, diventi una tradizione.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email