MONTEFIASCONE – Nel tardo pomeriggio di oggi, presso il salone Innocenzo III nella Rocca dei Papi, il sindaco M. Paolini ed alcuni assessori, hanno tenuto la conferenza bilancio di fine anno sia con la Stampa che con i tecnici interessati all’urbanistica della città per illustrare quanto l’Amministrazione ha fatto dal suo insediamento ad oggi.

Per onor del vero dobbiamo dire che erano presenti solo pochi membri dell’Amministrazione nelle persone del Sindaco; degli assessori M.Ceccarelli e P. Manzi e dei consiglieri A. Merlo e A. Bracoloni; ce ne aspettavano di più.

Ha aperto i lavori, intorno alle diciassette e trenta, il Sindaco e, nel suo discorso, ha ripercorso per sommi capi, questi diciotto mesi di gestione amministrativa della città di Montefiascone, illustrando il lavoro svolto nei vari settori della vita cittadina. Il primo cittadino ha subito messo a fuoco l’aver ereditato le casse del comune completamente vuote, poi ha enunciato i lavori realizzati nonostante le comprensibili difficoltà economiche.

Prima di tutto ha messo a fuoco l’impegno profuso per la riqualificazione del personale impiegatizio e la sua razionalizzazione con la riduzione dei capi settori da otto a quattro.

Quindi ha parlato dell’impegno nel settore del turismo, della riqualificazione del palazzo della Rocca e l’introduzione del biglietto per l’ingresso alla medesima, sottolineando che ne sono stati venduti circa quattromilacinquecento. E’ passato quindi ad elencare i vari convegni che si sono tenuti presso il medesimo salone, tra i quali spiccano quelli con gli Ambasciatori, quello per i centocinquanta anni della Festa della Polizia. Ha parlato quindi dei famosi novantatremila per l’ulteriore sistemazione della Rocca dei Papi, senza tralasciare l’accordo intercomunale tra i centri di Orvieto, Bagnoregio, Montefiascone e Viterbo onde favorire una scambio turistico tra questi centri, senza dimenticare eventi come la Fiera del Vino e l’Est Film Festival; non dimenticando di fare un accenno alla Festa del Tricolore nonostante le tante critiche che l’hanno circondata.

Il Paolini ha fatto anche un’accenno all’ospedale affermando il suo totale interessamento per il suo rilancio, come pure ha accennato alla situazione della casa di riposo di Villa Serena. Infine ha parlato degli eventi realizzati dal Consigliere delegato A. Merlo sul lungo lago e dei lavori svolti sul medesimo.

Ha preso poi la parola l’assessore M. Ceccarelli che ha ribadito alcuni lavori già accennati dal sindaco per poi fermarsi in modo più esaustivo sul settore urbanistico con l”annuncio della revisione del Piano Regolatore Generale, del rilancio di certe zone come quella delle Coste e delle Grazie senza dimenticare il rilancio delle attività economiche principali come il turismo, l’agricoltura e l’edilizia. Ha sottolineato i diversi lavori di manutenzione fatti su diverse strade, su alcuni edifici scolastici come quello di Zepponami, quello della Golfarelli e quello della Manzoni. Ha parlato dei lavori fatti sul lungo lago con particolare attenzione al famoso muretto con una spiegazione esauriente anche sotto il profilo tecnico costruttivo.

Ha annunciato la costruzione di due campi da tennis coperti, per i quali, però, si deve definire la forma di copertura economica come pure ha parlato della riqualificazione delle tribune del diamante. Ha parlato quindi di alcuni tratti d’illuminazione pubblica realizzati e di altri in fase di realizzazione; tutti ci si augura che non si faccia il macroscopico errore fatto in via Contadini che, nel sostituire le lampade a vapori, sono installate lampade a leed ma di portata nettamente inferiore, per cui, lungo la strada, ora, vi sono forti coni d’ombre che mettono in discussione l’efficienza dello stesso impianto. Ha annunciato l’imminente inizio del completamento della rete fognante in fondo a Via del Fosso, senza dimenticare alcuni risultati positivi sul problema dei parcheggi affermando l’esistenza di un abbonamento annuo di venti Euro. Ha quindi parlato di messa in sicurezza degli edifici scolastici e la rivisitazione dei piani integrati di varie zone residenziali. Ha annunciato anche che, nel prossimo anno, si rifaranno i manti bituminosi di molte strade e verranno ristrutturati vari immobili come il palazzo vecchia sede delle pompe di sollevamento delle acque del lago fino alla Rocca. Infine ha parlato della riqualificazione dell’ingresso alla città nella zona Sud, sulla regionale Cassia, provenendo quindi da Viterbo, prospettando diverse soluzioni che poi sono state illustrate dal geometra M. Ingrosso ma che hanno lasciato negli stessi tecnici presenti più perplessità che positività come, poi, hanno commentato i medesimi. Staremo a vedere. C’è stato poi un piccolo rinfresco per gli auguri di buon anno.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook