Per una maggiore e più razionale valutazione, degli ulteriori approfondimenti sui disguidi che il neo costituendo senso unico in Via Dante Alighieri, voluto dall’attuale staff Commissariale che regge il Comune ed il governo la città, emerge con chiarezza che il senso unico su una parte di Via Dante Alighieri, penalizza fortemente tutti gli abitanti dell’intera frazione Le Coste e tutti coloro che vengono da Bolsena e va ad aggravare il traffico nell’intera area Porta di Borgo.

Gli abitanti della suddetta frazione, infatti, per recarsi a lavorare i loro terreni nella Valle Perlata e per recarsi sulle rive del lago per un refrigerio con i turisti provenienti da Bolsena, saranno costretti a transitare per Via Card. Salotti, attraversare il già congestionato incrocio tra la medesima via e la Umbro Casentinese nei pressi del Santuario della Madonna delle Grazie, attraversare l’incrocio ai piedi della ‘Discesa di Mimmi’ per poi immettersi sulla rotonda della Cassia Nuova, per giungere poi sul piazzale della farmacia Braguti, anch’esso congestionato dall’inserzione di Via Verentana sulla Cassia Nova, quindi attraversare dinanzi Porta di Borgo per poi andare a prendere la provinciale per il lago dopo l’ufficio postale. Senza dimenticare il peggioramento di tasso d’inquinamento ambientale che si verrà a creare, tenendo conto la proporzione diretta: più auto passano e più cresce l’inquinamento. A porta di Borgo si sta peggio sia per il maggior volume di traffico sia per l’aumento dell’inquinamento.

Il più sprovveduto dei cittadini, a differenza, comprende l’allungamento del tragitto ed allo stesso tempo il caos per maggiore incremento di traffico che si viene a creare sia sui tre incroci interessati che dinanzi a Porta di Borgo, zona sulla quale, invece, il traffico ed il conseguente inquinamento andrebbero ridotti il più possibile. Qualche cittadino si domanda, ma tale considerazione, non secondaria, gli studiosi del piano traffico, con la limitazione a senso unico in Via Dante Alighieri, lo hanno fatto?

Pietro Brigliozzi

Articolo precedenteInaugurato il progetto PulminoAmico, rivolto alle persone con difficoltà motorie e socio/sanitarie
Articolo successivoMontefiascone, nuova Assunzione nel settore accettazione di Villa Serena