La mattina di giovedì 28 ottobre al mercato settimanale in piazzale della Bottata ci sarà un banco per la vendita delle zucche coltivate durante le attività di agricoltura sociale presso il bene confiscato “Crocevia” di Nepi

Il weekend di Halloween si avvicina ed i ragazzi della Gea entrano nell’atmosfera con un’iniziativa che vuole coronare il ricco periodo di attività al bene confiscato “Crocevia”, che fa da sfondo a numerosi progetti di inclusione ed agricoltura sociale portate avanti dalle cooperative sociali Gea e Alicenova.

Con la collaborazione ed il sostegno del Comune di Nepi, la mattina di giovedì 28 ottobre sarà allestito un banco per la vendita di zucche al mercato settimanale del paese, in piazzale della Bottata. Le zucche sono state coltivate nell’ambito del progetto Gea “Radichiamoci – dalla strada dell’orto alla Bottega delle Arti e dei Talenti”, che dallo scorso aprile coinvolge i ragazzi del CSE “Piero Carletti” di Nepi e del programma di autonomia abitativa “Dopo di Noi” in  laboratori finalizzati alla socializzazione, all’acquisizione di autonomia e competenze di base in diversi settori: agricoltura, alimentazione, orticoltura, florovivaismo, artigianato.

“Radichiamoci” nasce sulla potenzialità di un luogo – il bene confiscato “Crocevia” – che offre non solo la possibilità di sviluppare attività agricole, florovivaistiche, di orticoltura, ma anche percorsi legati all’autonomia abitativa e alle buone pratiche ambientali, nei quali gli utenti sono coinvolti a 360° sia attraverso la parte divulgativa che pratica.

Il ricavato della vendita delle zucche andrà proprio a sostenere le attività laboratoriali del progetto e le sue finalità.