RONCIGLIONE – Il settore del sociale, nelle sue varie forme e declinazioni, sarà protagonista de “La festa del sociale”, i prossimi 27 e 28 giugno a Ronciglione. La manifestazione, organizzata dalla Cooperativa Sociale “Il Funambolo” Onlus, con la collaborazione del Comune di Ronciglione, dell’Associazione Culturale Mariangela Virgili e con la partecipazione di circa trenta associazioni operanti nel terzo settore a Ronciglione, nella Provincia di Viterbo e di Roma, sta definendo proprio in questi giorni le sue linee programmatiche.

 

Protagonista l’intero mondo del sociale, dagli anziani, ai minori, ai disabili, passando per le varie forme di volontariato: “La Festa nasce dall’idea di creare sempre più aggregazione e collaborazione tra le varie forme di lavoro nel sociale, sia nell’ambito privato che di volontariato. Ogni associazione presente – afferma Stefano Ciucci, Presidente della Cooperativa Sociale “Il Funambolo” ed organizzatore della manifestazione – avrà modo di farsi conoscere tramite stand informativi , dibattiti a tema e presentazioni; il tutto nella caratteristica cornice dei Borghi Medioevali di Ronciglione, con circa venti artisti che si alterneranno sul palco di “Be Social”, musica, danza e intrattenimento per i più piccoli; con la possibilità di cenare all’aperto nelle vie dei Borghi a prezzi modici”.

 

Al centro due grandi tematiche, “Il disagio Sociale: nuovi bisogni e risposte efficienti” e “Rete Sociale e Territorio”. Parteciperanno il Sindaco di Ronciglione Alessandro Giovagnoli, l’Assessore ai Servizi Sociali Daniela Sangiorgi, l’Assessore Regionale Rita Visini , il Consigliere Regionale Riccardo Valentini e altri esponenti del mondo del sociale nella Tuscia, insieme ai Sindaci del territorio. Invitato a prender parte alla manifestazione anche il Presidente della Commissione Ambiente e Lavori Pubblici della Regione Lazio Enrico Panunzi. Croce Rossa di Ronciglione, Unitalsi, Yuppiter di Capranica, Cooperativa Antropos di Roma sono solo alcune delle associazioni protagoniste della festa, che abbraccia vasta parte del viterbese e di Roma. Un coinvolgimento a 360°, con lo scopo di instaurare una rete sociale nel territorio, auspicando la collaborazione tra i vari enti e l’individuazione di problematiche comuni, al fine di condividere scopi e metodologie di lavoro.

 

“Una manifestazione nuova di rilievo, sia per le tematiche affrontate che per la presenza di associazioni che abbracciano vasta parte del viterbese e di Roma. Il Comune – afferma il Sindaco, Alessandro Giovagnoli – ha voluto appoggiare la festa del sociale in quanto mette in rete più progetti di comune interesse, con il fine di creare sinergie tra gli enti coinvolti. Parteciperanno esponenti politici importanti e rappresentanti del settore, un dato che fa ben sperare per il successo dell’iniziativa e per le ripercussioni, in termini concreti, che avrà nel settore sociale del nostro territorio. Dopo il Cubo Festival nel 2013, il Palio delle Barche nel 2014, questa potrebbe essere la nuova manifestazione del 2015”.

Commenta con il tuo account Facebook