VITERBO – “Prendendo spunto dall’articolo del Consigliere Sabatini vorrei chiarire alla cittadinanza cosa sta avvenendo riguardo alle notizie di conferimento di rifiuto indifferenziato presso l’impianto TMB Casale Bussi da parte di municipalità fuori Provincia di Viterbo, e in particolare da Roma.

 

Voglio rassicurare sul fatto che da più di un anno non è stato conferito rifiuto indifferenziato da parte di AMA al TMB di Casale Bussi (non alla discarica Le Fornaci) sebbene vi siano accordi pregressi in tal senso. L’ultimo conferimento di AMA presso il TMB Casale Bussi risale al gennaio 2014. Prima di tutto è necessario far chiarezza sul fatto che il rifiuto indifferenziato non viene conferito direttamente in discarica ma entra prima nell’impianto di trattamento TMB dal quale esce circa il 30% di sovvallo che poi deve essere smaltito in discariche ma non necessariamente Le Fornaci potendo essere destinato ad altre discariche del territorio.

 

E’ anche vero che i contratti in atto con Ecologia Viterbo prevedono il trattamento dell’indifferenziato e i costi di smaltimento del sovvallo in discariche anche differenti da Le Fornaci. Già accade per il Comune di Civitavecchia il cui sovvallo viene inviato indietro nei bacini del Comune di Civitavecchia stesso. QUESTO DEVE E DOVRA’ ACCADERE PER QUALSIASI CONFERIMENTO IN TMB DA PARTE DI MUNICIPALITA’ FUORI PROVINCIA. Ognuno si riprenda il proprio rifiuto nel rispetto dei territori e di un principio di totale responsabilizzazione dei cittadini del Lazio. Non corrisponde a verità che l’Amministrazione Comunale non fosse al corrente degli accordi che Ecologia Viterbo ha preso e sta prendendo con Municipalità fuori Provincia e tantomeno che non stia lavorando affinché nel prossimo futuro nulla venga conferito nella discarica Le Fornaci se non il sovvallo dal trattamento del rifiuto indifferenziato proveniente dal territorio Provinciale. Tra l’altro questo è stato un mio preciso impegno dichiarato ai cittadini dal primo giorno dell’insediamento come assessore all’igiene pubblica.

 

Sappiamo di contatti presi da Ecologia Viterbo anche con altre Municipalità fuori provincia con preventivi che quotano il trattamento in TMB quanto lo smaltimento in discariche autorizzate. Finora ancora nulla è avvenuto (e credo nulla avverrà nei prossimi giorni), se e quando questo dovrà verificarsi troverete in me e nell’Amministrazione tutta, i rappresentanti dei diritti dei cittadini di Viterbo. E’ chiaro che Viterbo NON PUO’ E NON DEVE DIVENTARE IL COLLETTORE DEI RIFIUTI ALTRUI.

 

Abbiamo chiesto un incontro urgente con l’assessore Civita in Regione Lazio riguardo a questo argomento del quale è certamente informato in quanto qualsiasi contatto Ecologia Viterbo prenda con una municipalità deve essere comunicato alla Regione Lazio, alla Provincia di Viterbo e al Comune di Viterbo quale territorio che ospita l’impianto.

 

Come Comune abbiamo l’impegno e il dovere di garantire che la discarica Le Fornaci non ospiti il sovvallo di Municipalità fuori Provincia anche perché questa è una risposta dovuta ai cittadini di Viterbo che tanto si stanno impegnando per ridurre la quantità di indifferenziato e aumentare il riciclo. State sicuri che su questo non faremo sconti a nessuno”.

 

Andrea Vannini (foto)
Assessore Igiene Pubblica

Commenta con il tuo account Facebook