Ospedale Belcolle

«Non credo anche se pare di moda, che ci sia bisogno in questo momento di generare ulteriore allarme sull’ospedale di Belcolle e sulla Cittadella della Salute, o apodittiche e gratuite previsioni in merito all’attuale situazione sanitaria, che come succede in gran parte dItalia, vede tutti gli operatori sanitari in prima linea per contenere l’epidemia di coronavirus.

Ci preme piuttosto  – comunica Vittorio Ricci – sottolineare come Fials, sindacato rappresentativo della sanità viterbese, lo spirito di sacrificiol’impegno e la capacità professionale di tutto il personale della ASL Viterbo, dall’ausiliario al Direttore Generale che, ciascuno nell’ambito del proprio ruolo e delle proprie competenze si stà prodigando in ogni modo e con tutti i mezzi a disposizione, per mettere a punto ogni utile intervento a tutto vantaggio dei pazienti.

In questo particolare momento, è necessaria la coesione e la collaborazione di tutti, mentre è sicuramente dannoso il clamore di chi punta il dito con troppa facilità, tanto per fare notizia di basso livello, per carpire la buona fede dei cittadini incitando e favorendo ingiustificati risentimenti che generano come spesso accade, fenomeni di violenza e aggressione sia fisica che verbale, contro gli operatori sanitari.

Nelle situazioni di emergenza sanitaria come quella attuale, ogni affermazione specialmente se pubblica, dovrebbe essere ponderata e verificata accuratamente, in sostanza bisognerebbe comprendere gli effetti negativi sulla pubblica opinione di quello che si va a dichiarare, determinando convincimenti sbagliati e reazioni altrettanto sconsiderate, ma purtroppo non è per tutti così».