Carbognano C 5
Clamorosa impresa della prima squadra del Carbognano/ORTOETRURIA calcio a 5 che, contro ogni pronostico, batte i romani dell’History Roma 3Z con il punteggio di 7 a 3.
Una vittoria incredibile dei cimini: privi di Bernal, Santos e Stefano Carosi, con capitan Morandi, Galanti, Nunzi, Ercoli con degli acciacchi fisici importanti che hanno costretto mister Cervigni praticamente a non aver modo di allenarsi, se con con gli under 19, in settimana, con il brutto infortunio di Andrea Sodini dopo pochi minuti…
Che aggettivi usare per questa squadra: sinceramente non riusciamo più a trovarli.
È stata la gara del sacrificio, dell’unione e del grande spirito combattivo di un gruppo che non molla mai, anche quando sembra condannato.
Carbognano/ORTOETRURIA – History Roma 3Z è stato questo: “Palacus” alla fine in delirio ed in standing ovation per i ragazzi di mister Cervigni.
Primo tempo duro e combattuto: in una situazione simile, la squadra peggiore da incontrare sarebbe stata sicuramente l’History, compagine giovanissima che fa del possesso e dell’intensità le proprie affilatissime armi.
Il Carbognano/ORTOETRURIA accetta il fatto di dover fare una gara diversa, di grande rispetto e di grande attenzione difensiva: le energie sono centellinate come le soluzioni numeriche in lista.
I locali lasciano volutamente il pallino del gioco ai romani che trovano tuttavia grande difficoltà, nei primi minuti, ad impensierire Ciarrocchi.
Alla prima disattenzione ospite, il Carbognano/ORTOETRURIA colpisce.
Capitan Morandi e bomber Valerio Carosi si trovano sempre a memoria: con una triangolazione tutta di prima, il dieci di casa si presenta solo davanti al portiere ospite, castigandolo per l’1 a 0.
Il goal non scoraggia i romani che continuano il proprio canovaccio di gioco: il Carbognano/ORTOETRURIA regge e prova a ripartire.
La fase centrale del tempo vede crescere molto la pericolosità capitolina ed i cimini si affacciano solo su palla inattiva dalle parti del portiere romano, colpendo comunque un incrocio dei pali con capitan Morandi.
Sulla pericolosità ospite è determinante un grandissimo Ciarrocchi, capace di neutralizzare qualsiasi soluzione la 3Z trovi scardinato il castello difensivo di casa.
Lo score resta 1 a 0 e nel finale sale in cattedra “l’esperienza” dei veterani gialloverdi.
Galanti guadagna un corner intelligentemente, Ouafiq batte a memoria per capita Morandi che realizza il 2 a 0.
La frazione sembra scorrere nel finale senza patemi per i gialloverdi, ma in questo sport basta davvero poco per cambiare prospettiva e partita.
Il doppio giallo di Ouafiq, ad 1′ e 58″ dalla fine del tempo, pesa come un macigno vista la situazione di emergenza numerica dei locali.
I giocatori di casa, però, nel massimo momento di difficoltà, tirano fuori gli artigli ed una rabbia di concentrazione incredibile.
La 3Z sbatte, nonostante la superiorità numerica, sulle trame difensive gialloverdi e su un super Ciarrocchi ed il tempo termina 2 a 0.
L’inizio di ripresa è durissimo per i carbognanesi: la fatica dei minutaggi alti si fa sentire e l’History sembra dover passare da un momento all’altro.
Momento che arriva dopo 3′ effettivi con la rete del 2 a 1.
Sembra durissima ed effettivamente il campo lo dimostra.
La 3Z spinge ed il Carbognano/ORTOETRURIA contiene con tutte le forze residue.
L’episodio che cambia tutto, ridando energia sotto forma di entusiasmo alla squadra ed al pubblico, arriva a 12′ dalla fine.
Morandi sorprende l’History alle spalle, tagliando in verticale per Valerio Carosi che, con un controllo spaziale, costringe un avversario al fallo ed al doppio giallo.
Sugli sviluppi della punizione, Galanti assiste perfettamente bomber Nunzi che spinge in rete il suo ennesimo goal stagionale: 3 a 1.
Cambia vento e forza mentale, più che fisica.
Gli ospiti accusano il colpo e salgono di nervosismo, mentre i cimini aumentano i gradi di personalità in campo, giocando semplice e con grande intelligenza.
Dopo un palo clamoroso di Ercoli a porta praticamente sguarnita, è ancora strabordante Valerio Carosi a trafiggere le speranze della 3Z, stavolta con un sinistro preciso.
4 a 1.
Il “Palacus” percepisce la possibile impresa e spinge i cimini: l’History subisce un’altra espulsione e sulla nuova superiorità numerica, Il dieci realizza la sua tripletta personale e l’estasi di compagni e pubblico.
5 a 1 a 3′ 40″ dalla fine.
L’History tenta la carta disperata del portiere di movimento: la poca lucidità di gamba Carbognanesi dà uno spiraglio di speranze ai romani che, in un minuto trovano 2 marcature.
I fantasmi di una possibile rimonta, tuttavia, li spazza via l’insuperabile Ciarrocchi.
Il portierone di casa, non solo para, ma dalla distanza calcia a porta vuota e sancisce la definitiva vittoria carbognanese.
Il 6 a 3 assomiglia tanto ad un fischio finale: la 3Z prova l’ultimo assalto, ma Mazzei recupera bene palla e serve Nunzi che con una magia regala il poker personale, a porta sguarnita, a Valerio Carosi.
Finisce così, 7 a 3 e tanti, tantissimi complimenti a questi ragazzi che, nonostante tutto, vogliono continuare a sognare, aggrappandosi a questo sogno playoff con le unghie e con i denti.
Meravigliosamente ancora Carbognano/ORTOETRURIA, la squadra che non muore mai!
La squadra ha voluto dedicare la vittoria al compagno Andrea Sodini che è uscito dal campo per un brutto infortunio di cui si è in attesa di esito.
In bocca al Lupo Andrea, ti aspettiamo presto!
18° GIORNATA SERIE B
         – Girone E –
Carbognano/ORTOETRURIA C5   7
          VS
History Roma 3Z C5   3
(⚽️⚽️⚽️⚽️ Carosi V., ⚽️ Nunzi M., ⚽️ Morandi A., ⚽️ Ciarrocchi M.)