Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Una bella quanto sofferta vittoria, quella ottenuta dalla Viterbese sul campo dell’Aprilia. Gli uomini di Gregori riescono infatti a espugnare il “Quinto Ricci” con il risultato di 3-2, a seguito di un finale di gara dalle mille emozioni.

 

I gialloblù partono con il piede sull’acceleratore sin dai primi minuti riuscendo, già al 7′, a portarsi in vantaggio con Neglia il quale, servito da Giannone, rientra sul destro per poi spedire il pallone nell’angolino basso alla sinistra di Caruso.

 

La risposta dell’Aprilia è tutta in una conclusione di Fabiani (11′), che si vede però respingere il tiro da un attento Zonfrilli.

 

La Viterbese, di contro, continua a fare gioco e, al 36′, sfiora il raddoppio con Assenzio il quale, servito da Nuvoli, riesce a mettere in rete. L’arbitro opta però per l’annullamento del gol, avendo il suo assistente rilevato una posizione di fuorigioco.

 

I gialloblù salgono ancor più in cattedra, rendendosi nuovamente pericolosi con Pippi, il cui pallonetto viene però salvato sulla linea di porta da Esposito.

 

Il raddoppio dei gialloblù è nell’aria e, al 44′, arriva puntuale grazie a una bella rete di Oggiano, che di testa capitalizza al meglio un perfetto assist di Nuvoli.

 

L’avvio della ripresa, per gli uomini di Gregori, è parimenti travolgente; dopo appena due minuti, infatti, Giannone crossa in area per Pippi, che con un implacabile colpo di testa sigla lo 0-3.

 

L’Aprilia prova a reagire al quarto d’ora con Cannariato, la cui potente conclusione dai 25 metri viene ottimamente respinta in corner da un attento Zonfrilli. Ma è sempre la Viterbese ad avere le occasioni più nitide, come quella capitata a Pippi al minuto 26, allorché il bomber si vede respingere miracolosamente da Caruso una conclusione a botta sicura destinata in rete.

 

Per l’Aprilia, apparentemente in ginocchio, arriva la soddisfazione del gol del 1-3, siglato al 28′ da Pagliaroli a seguito di una disattenzione difensiva dei gialloblù.

 

I padroni di casa non si accontentano e, al 37′, riescono incredibilmente a riaprire la gara con Roversi, abile nel battere Zonfrilli di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

 

Il finale di gara, per i gialloblù, è inaspettatamente all’insegna della sofferenza, con l’Aprilia che, al secondo dei cinque minuti di recupero, sfiora il pareggio vedendosi respingere sulla linea di porta una palla vagante a seguito di una mischia in area. Nonostante il convulso finale, in cui si registra anche l’espulsione di Crepaldi per fallo da ultimo uomo su Morini, la Viterbese riesce a portare a casa un successo che, complice anche la contemporanea sconfitta del San Cesareo sul campo del Fondi, le consente di conquistare matematicamente il secondo posto della classifica.

 

Serie D, girone G – 30^ giornata (12/04/2015 – 13^ di ritorno)

 

ANZIOLAVINIO – GI.CA. SORA 1-3
APRILIA – VITERBESE CASTRENSE 2-3
ASTREA – TERRACINA 2-1
CYNTHIA – OLBIA 0-2
FONDI – SAN CESAREO 2-0
ISOLA LIRI – ARZACHENA 0-2
NUORESE – LUPA CASTELLI ROMANI 1-1
OSTIAMARE – BUDONI 2-3
PALESTRINA – SELARGIUS 5-0

 

CLASSIFICA

 

LUPA CASTELLI ROMANI 71
VITERBESE CASTRENSE 63
SAN CESAREO 50
OSTIAMARE 49
OLBIA 48
FONDI 47
ARZACHENA 46
NUORESE 45
BUDONI 45
APRILIA 41
GI.CA. SORA 39
CYNTHIA 38
ASTREA 38
PALESTRINA 29
ISOLA LIRI 29
SELARGIUS 26
TERRACINA 16
ANZIOLAVINIO 9

 

Penalizzazioni: Palestrina -2; Sora Terracina, Isola Liri e Anziolavinio -1

 

Prossimo turno – 31^ giornata (19/04/2015 – 14^ di ritorno)

 

ARZACHENA – APRILIA
BUDONI – ASTREA
GI.CA. SORA – OSTIAMARE
LUPA CASTELLI ROMANI – ISOLA LIRI
OLBIA – FONDI
SAN CESAREO – NUORESE
SELARGIUS – ANZIOLAVINIO
TERRACINA – CYNTHIA
VITERBESE CASTRENSE – PALESTRINA

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email