Entrerà in funzione nei prossimi giorni con il sistema dell’identificazione, tramite codice fiscale, e l’apertura dello sportello in base alla tipologia di rifiuto

È stata installata questa mattina a Vallerano, in viale Trieste, la nuova isola ecologica informatizzata per il conferimento dei rifiuti.

La ecoisola, il cui progetto è stato finanziato dall’Amministrazione provinciale con fondi regionali, entrerà in funzione nei prossimi giorni al termine delle necessarie procedure di sincronizzazione. Una volta operativo, il sistema di funzionamento consentirà ai cittadini di depositare più tipologie di rifiuti, debitamente differenziati, nello specifico sportello che si aprirà a seguito dell’identificazione delle persone, tramite codice fiscale.

L’isola ecologica informatizzata è stata voluta dall’Amministrazione comunale per un utilizzo della stessa anche al di fuori del calendario settimanale di conferimento e, in particolare, per i residenti che vivono saltuariamente a Vallerano e che, spesso, non sanno dove lasciare i rifiuti.

Nei prossimi mesi è in previsione l’istallazione di una seconda ecoisola in paese.

“In generale – commenta il sindaco Adelio Gregori – il 2019 sarà un anno di nuove introduzioni progettuali per quanto riguarda la raccolta differenziata. L’obiettivo che intendiamo raggiungere è ottimizzare il servizio, porre in essere quelle soluzioni che, nel breve e nel medio periodo, possano produrre una tendenziale riduzione dei costi e, soprattutto, applicare politiche per il territorio che pongano al centro il tema della tutela del patrimonio ambientale. Da questo punto di vista non è casuale che la nuova isola ecologica sia stata posizionata il giorno precedente lo svolgimento della manifestazione mondiale dello sciopero per l’ambiente, così come mi piace ricordare l’impegno convinto e la partecipazione del Comune al Biodistretto della via Amerina e delle Forre, così come l’adesione alla compagna di sensibilizzazione, promossa dalla Asl di Viterbo, Rispettare l’ambiente è salute”.

Sul fronte della differenziata, il prossimo progetto, che partirà da giugno, e che diventerà operativo dopo un periodo di sperimentazione, è quello della raccolta puntuale. “Un sistema di raccolta – aggiunge Gregori – che prevede la distribuzione di nuovi mastelli, i contenitori per la raccolta differenziata, che saranno registrati e consegnati a tutte le famiglie di Vallerano, comunicando a ognuna di loro, in base alla composizione del nucleo, il numero dei mastelli che potrà essere prodotto in un anno. Al termine dell’anno, il sistema di monitoraggio legato alla procedura sarà in grado di determinare la quantità di rifiuti prodotti da ogni famiglia. Coloro che ne avranno prodotti di meno, rispetto a quella stabilita a inizio anno, avranno uno sconto sulla Tari nell’anno successivo. Su questa introduzione, per moltissimi aspetti innovativa, contiamo di fare una informazione dettagliata e un incontro di approfondimento con la cittadinanza”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email