Ottima riuscita per il Corso sul Codice Rosso organizzato da SULPL e ANASPOL a Villa San Giovanni in Tuscia

“Con l’ entrata in vigore della Legge 19 luglio 2019, n. 69, conosciuta come Codice Rosso, sono state introdotte modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere che, cambiano completamente il ruolo della polizia giudiziaria e, dunque, anche della Polizia Locale” ha dichiarato Ivo Aquilani, Segretario provinciale del Sulpl e Comandante della Polizia Locale di Vetralla.

“Tra le novità in ambito procedurale, è previsto uno sprint per l’avvio del procedimento penale per alcuni reati, quali ad esempio i maltrattamenti in famiglia, lo stalking e la violenza sessuale e di conseguenza i provvedimenti di protezione delle vittime saranno così più celeri. Infatti la polizia giudiziaria, non appena acquisita la notizia di reato, deve riferire immediatamente alla Procura della Repubblica, e questa entro tre giorni dall’iscrizione della notizia di reato, deve assumere informazioni dalla persona offesa o da chi ha denunciato i fatti di reato.” ha spiegato, tra le altre cose, la Dott.ssa Maria Molinari, docente del corso e Funzionario della Polizia Locale presso la Sezione di P.G. della Procura della Repubblica di Roma

“In buona sostanza” ha concluso Luciano Agostini, Responsabile della Polizia Locale di Villa San Giovanni in Tuscia e coordinatore provinciale ANASPOL “ci troveremo a dover dare delle risposte, anche come Polizie Locali, per poter offrire una maggiore tutela a donne e bambini e non potevamo certo farci trovare impreparati”.