dog computer

VITERBO – I dubbi dei padroni; ecco quattro delle domande più frequenti.

 

1. Perchè il mio cane cerca il cibo anche dopo aver mangiato?
Il cane, come pure gli esseri umani, ama il fortemente il cibo. Ma a nostra differenza non possiede (lasciatemi dire per sua fortuna), una grande corteccia prefrontale, che è la parte del cervello associata sia con la pianificazione per il futuro sia con l’inibizione degli impulsi; se consideriamo dunque, che il cane vive perennemente nel presente e che come detto, ama fortemente mangiare, viene da solo che egli non sa quando avverrà il prossimo pasto, per questo motivo, una volta che la sua pancia è piena, il cibo diventa ancora la sua prossima priorità; se dovesse non riuscire a mangiare il cibo in eccesso, certamente troverà un ottimo nascondiglio sottoterra, se vive in giardino, in un angolo remoto della casa, se invece vive in appartamento.

 

2. Dove deve dormire il mio cane?
Questo argomento non manca mai di scatenare una guerra tra cinofili e di dar luogo a due distinte scuole di pensiero: cucce lontane o sotto le coperte nel letto. La convinzione che i cani non dovrebbero mai essere ammessi nel nostro letto, viene da vecchie teorie di dominanza ed obbedienza dell’animale stesso; alcuni pensano infatti che far dormire il cane tra le nostre coperte lo induce a non avere più rispetto del padrone e della famiglia che lo circonda, d’altro canto, altri si dicono favorevoli affinché questo avvenga, perché credono fortemente che ospitarli nel proprio letto, rafforzi il legame affettivo, in quanto nel branco, dormire vicini è segno di rispetto. Personalmente, amo pensare che il cane, animale altamente sociale ed affettuoso, debba, ove possibile, stare per sua esclusiva scelta con i membri del proprio gruppo sociale che predilige, siano essi altri cani, gatti, bambini o adulti, perché il posto dove egli sceglie arbitrariamente di dormire, indica senza ombra di dubbio, che li dorme il suo miglior amico.

 

3. Perché il mio cane si spaventa quando si esce?
Mi dispiace deludere quanti lo hanno sempre creduto, ma questo non è un segno d’amore verso la casa. L’ansia da separazione infatti, è molto comune ed è una delle principali cause di problemi comportamentali. Il cane può essere incondizionatamente legato a voi, ma l’animale ben adattato e lucido nei comportamenti, non manifesta all’atto della separazione momentanea dalla sua casa o dalle sue cose, l’attività frenetica del cane ansioso. Nessuno sa veramente perché alcuni cani sviluppano ansia da separazione. Si sta cercando ancora di capire se trattasi di una mera patologia psichica abbandonica o se l’ansia è dettata solo da un sistema di paura iperattiva.

 

4. Amo veramente il mio cane?
Una relazione d’amore è un impegno a due vie. Viene da chiedersi allora: se non amo il mio cane, allora come lui può amare me? Egli non è mai legato a voi per cibo, riparo, o paura. Il suo amore è incondizionato, sia che voi lo scacciate, che lo teniate tra le vostre braccia, sia che non lo alimentiate e sia che lo coccoliate sino allo spasmo. Nessuno vorrebbe mai una relazione a senso unico con un nostro simile, per questo, se si decide di aggiungere un amico peloso nella nostra famiglia, dovrà essere ben valutata e soprattutto, per sempre.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email