Ieri si è sviluppato un incendio boschivo nel territorio del Comune di Gallese (VT) innescato verosimilmente dal transito di un treno compici le alte temperature. Le fiamme sono divampate in prossimità della sede ferroviaria di Gallese Scalo richiedendo un importante dispiego di forze.

In totale 9 autoveicoli di soccorso così suddivisi: 5 automezzi dei VVFF, di cui uno con personale abilitato DOS (Direttore delle Operazioni di Spegnimento), 4 automezzi delle Associazioni/Gruppi Comunali di Volontariato allertate prontamente dal Dipartimento di Protezione Civile Regionale e provenienti dai Comuni di Vasanello, Orte, Corchiano e Castel Sant’Elia con la collaborazione dei Carabinieri Forestali e della Polfer di Orte.

La professionalità dimostrata dal personale operante ha scongiurato il propagarsi delle fiamme lungo tutta la sede ferroviaria, allontanando il “rischio chiusura” della tratta con ripercussioni che avrebbero coinvolto sicuramente il traffico su rotaia. Si evidenzia comunque con rammarico che il personale appartenete al Gruppo Comunale di Gallese (VT) non è potuto intervenire a supporto delle attività di spegnimento, in quanto i Volontari sembrerebbero sprovvisti di adeguata formazione per interventi AIB (Anti Incendio Boschivo) e di adeguati DPI (Dispositivi di protezione Individuale). Ulteriore motivo di rammarico è dovuto alle spese sostenute in questi anni dall’Amministrazione del Comune di Gallese per l’acquisto di un modulo AIB che, allo stato attuale, NON risulta utilizzabile. Tale inutilizzo sembrerebbe, anche in questo caso, dovuto alla mancanza di personale abilitato e adeguatamente equipaggiato, nonché alla carenza di omologazione del dispositivo di spegnimento installato sull’automezzo 4X4 anch’esso acquistato dall’Ammirazione Locale.

Auspicio della cittadinanza Gallesina è quello di vedere le poche risorse umane e strumentali disponibili (sostenute da finanziamenti pubblici come previsto da specifiche leggi), prontamente operative, sia per tutelare il patrimonio boschivo locale e sia per fronteggiare eventuali eventi calamitosi che potrebbero colpire in qualsiasi momento il territorio del Comune di Gallese con effetti, riconosciuti nel Piano di Protezione Civile Comunale, di media o severa entità.